Home

    Curriculum vitae et studiorum    

Prof. Francesco Fiume
Presentazione

La Struttura di ricerca

I progetti di ricerca

Le pubblicazioni scientifiche

Il curriculum

La didattica

Le Società scientifiche

I Congressi internazionali

I Congressi nazionali

Francesco Fiume / Curriculum

FORMATO EUROPEO PER IL
CURRICULUM VITAE

INFORMAZIONI PERSONALI

- Nome
- Indirizzo
- Telefono
- Fax
- E-mail

- Nazionalità
- Data e luogo di nascita
Francesco Fiume

3409252080

orticoltura.fiume@tiscalinet.it

italiana
25 dicembre 1946, Firenze

ESPERIENZA LAVORATIVA

Date:

•    dall’1/10/2004 al 31/12/2011 Dirigente di Ricerca del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura, presso il Centro di Ricerca per l’Orticoltura di Pontecagnano (CRA - ORT).
•    dal 26/1/1993 al 30/09/2004 Direttore della Sezione Operativa Centrale di Biologia, Fisiologia e Difesa dell'Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano (C.R.A. – Roma).
•    dall’1/6/1988 al 26/1/1993 Primo ricercatore nel ruolo degli Istituti di ricerca e sperimentazione agraria del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste, carriera direttiva scientifica. Qualifica conseguita a seguito di giudizio d’idoneità previsto dal DPR 23/09/1987, n. 568.
•    dal 15/1/1972 all’1/6/1988 Sperimentatore nel ruolo degli Istituti di ricerca e sperimentazione agraria del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste, carriera direttiva scientifica.
Direttore incaricato della Sezione Operativa Centrale di Miglioramento genetico - Istituto Sperimentale Orticoltura.
•    dal 15/1/1969 al 15/1/1972 Borsista, Tecnico laureato e Assistente alla Cattedra di Fisiopatologia vegetale dell'Università degli Studi di Napoli. E' responsabile delle esercitazioni di Patologia vegetale agli studenti della Facoltà di agraria dell'Università degli Studi di Napoli.
Ricerca e Sperimentazione
•    dal 1972 al 1976 Nominato Sperimentatore nel ruolo degli Istituti di Ricerca e Sperimentazione Agraria è assegnato presso l’allora nascente Istituto Sperimentale per l’Olivicoltura di Cosenza, dove avvia le prime ricerche, organizza i laboratori ed i campi sperimentali, collabora per la redazione del primo numero degli Annali. Conduce ricerche nel campo della biologia, fisiologia e difesa dell’olivo: lavora sulla fisiologia della nutrizione nell'ambito di un gruppo di studio del CNR; conduce studi sui nematodi e sugli insetti fitofagi e fitomizi che gravitano nella rizosfera e nella fillosfera dell'olivo, in collaborazione con il Dipartimento di Entomologia dell’Università di Napoli, l'Istituto di Nematologia di Bari del CNR ed il Rad-Appl Laboratorio per la valorizzazione delle colture industriali dell’allora Centro Studi Nucleari della Casaccia, ora ENEA; svolge ricerche e sperimentazioni su alcune malattie crittogamiche dell'olivo, quali lo Sphaeropsis dalmatica (Thüm.) Gig., agente causale dell'antracnosi ed il Gloeosporium olivarum Alm. che produce quella sintomatologia nota come "lebbra delle olive". E' incaricato della direzione della Sezione Operativa Centrale di Biologia e Difesa e riceve incarichi di responsabilità e di direzione dell'Istituto. E' docente in Corsi di aggiornamento. Durante i cinque anni di permanenza presso l’Istituto Sperimentale per l’Olivicoltura di Cosenza ha pubblicato 12 lavori a stampa.
Dall'1 ottobre 1976 è sperimentatore presso l'Istituto Sperimentale per l'Orticoltura di Pontecagnano - Salerno.
•    1977
  • Su proposta del Direttore è incaricato della direzione della Sezione Operativa Centrale di Miglioramento Genetico da parte del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto e successiva ratifica da parte del Ministero.
  • Partecipa:
    - al “Meeting di aggiornamento delle piante da orto e su metodi e mezzi per l’informazione scientifica e tecnica in agricoltura” organizzato presso il Centro scambi Culturali di Monampolo del Tronto;
    - a Portici (Napoli), al I° Congresso Italiano di Nematologia;
    - a Firenze, all’incontro sul tema “Prospettive e problemi dell’applicazione in Italia delle direttive della CEE: misure di protezione contro l’introduzione negli Stati membri di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali”;
    - a Bari, al I° Congresso Internazionale di Nematologia.
•    1978
  • Partecipa a Monsampolo del Tronto (AP), con un lavoro sperimentale, al I° Convegno Nazionale su “Problemi e prospettive del pomodoro da mensa”.
  • Fa parte del Comitato di Redazione degli Annali dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura.
  • Frequenta, presso il Centro Scambi Culturali e di Divulgazione in Orticoltura di Monsampolo del Tronto, dal 16 al 28 gennaio 1978, “con diligenza e molto profitto” il I° Corso di Metodologia Statistica per Agronomi.
•    1979
  • E’ nominato rappresentante per l’Italia in un Gruppo di lavoro europeo organizzato nell’ambito del Programma CEE di lotta biologica ed integrata. Il 18 maggio 1979 è invitato a partecipare al meeting che si tiene a Bruxelles (Belgio) con la relazione “Situazione fitosanitaria della carota”.
  • Partecipa all’incontro su “Processo di fruttificazione ed impiego dei fitoregolatori alleganti nel pomodoro da mensa” (Ragusa, 24 aprile 1979) e su “Protezione biologica in patologia vegetale” (Torino, 30 maggio 1979).
•    1980
  • Partecipa:
    - al dibattito “L’agricoltura è vita. Difendiamola dai nemici naturali ed aiutiamola a prosperare”, Scafati, 2-3 febbraio 1980;
    - all’incontro su “Attuali conoscenze su alcuni aspetti delle malattie del pomodoro, della melanzana e del peperone”, Bari, 16 maggio 1980;
    - al XIV° Convegno annuale della Società Italiana di Agronomia su “Orticoltura da pieno campo;
    - alle giornate di studio del V° Protagri sul tema “Colture protette anni 80”, Verona, 8-12 ottobre 1980.
  • E’ collaboratore dell’Enciclopedia Agraria Italiana, volume IX, edita dal Ramo Editoriale degli Agricoltori.
  • Fa parte del Comitato di Redazione e Stampa degli Atti del I° Convegno Nazionale su “Problemi e prospettive del pomodoro da mensa” tenuto a Monsampolo del Tronto.
  • E’ responsabile dell’Unità Operativa che studia la resistenza alle fitopatie, del Sottoprogetto “Melanzana”, Progetto finalizzato “Orticoltura” del Ministero dell’Agricoltura e Foreste.
  • E’ responsabile dell’Unità Operativa che studia la resistenza alle fitopatie, con particolare riferimento al Verticillium dahliae Kleb. del Sottoprogetto “Peperone”, Progetto finalizzato “Orticoltura” del Ministero dell’Agricoltura e Foreste. In relazione a ciò partecipa alle numerose riunioni presso il Centro Studi Nucleari della Casaccia (ora ENEA).
•    1981
  • Partecipa:
    - al XXV Convegno Nazionale della Società Italiana di Genetica Agraria, Gardone Riviera, 28-30 maggio 1981;
    - al Seminario di studi su “Aspetti fisiologici delle colture protette in relazione alle bioresistenze ed agli interventi agronomici”;
    - al Corso di specializzazione della NATO Advanced Study Institute su “Durable resistance in crop”, Martina Franca (Taranto), 30 settembre-11 ottobre 1981.
  • Tiene un seminario di studi sulle “Bioresistenze e loro implicanze agronomiche e fisiologiche” a tecnici agronomi della Nigeria, presso il centro Scambi Culturali e di Divulgazione in Orticoltura di Monsampolo del Tronto, 22-24 ottobre 1981.
•    1982
  • Partecipa al seminario di studio ed aggiornamento tecnico sui “Problemi attuali della orticoltura italiana”, tenutosi presso l’Istituto di Pontecagnano.
  • Nell’ambito del programma internazionale di lotta biologica ed integrata per lo studio ed il controllo della Mosca della carota (Psila rosae F.: Diptera Psilidae) partecipa, quale rappresentante per l’Italia, al meeting “International crop protection against pests in carrots”, Copenaghen (Danimarca), Royal Agricultural University, 22-23 aprile 1982, dove presenta la relazione “Phytosanitary situation of carrot (Daucus carota sativus L.) in Italy with particular reference to Psila rosae F. (Diptera Psilidae)”.
  • Con Bruxelles TLX 150/140 28 1775 viene invitato, quale rappresentante per l’Italia, a partecipare al meeting, nell’ambito della UE, su “Etat d’avancement des methodes d’echantillonage et d’elaboration des modeles pour les insectes ravageurs du chou”. A seguito dell’autorizzazione ministeriale 1/9/1982 n. 5181, partecipa al meeting che si tiene a Dublino (Irlanda), 5-7 settembre 1982, con la presentazione della relazione “Agronomic techniques for the control of some cauliflower hypogean parasites”.
  • Fa parte del Comitato di Redazione dei volumi XII e XIII 1981-1982 degli Annali dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano.
•    1983
  • Partecipa al concorso ad un posto di Direttore per la direzione della Sezione operativa centrale di Biologia, Fisiologia e Difesa, dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano, in esito al quale risulta secondo nella graduatoria degli idonei.
  • Svolge una serie di lezioni al I° Corso di specializzazione post-lauream su “Aspetti genetici, agronomici, parassitari e tecnologici delle colture ortive” (incarico ricevuto con nota direttorale n. 374 del 12/2/1983.
  • Partecipa, con tre lavori, al Convegno su “Aspetti attuali e prospettive del peperone” organizzato nell’ambito del Sottoprogetto “Peperone” del progetto finalizzato “Orticoltura” del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste.
  • Partecipa al Convegno “Recenti acquisizioni del miglioramento genetico italiano in orticoltura e floricoltura”, Ferrara, 9 dicembre 1983.
•    1984
  • Svolge una serie di lezioni al II° Corso di specializzazione post-lauream, nell’ambito della cooperazione internazionale sul tema “Principi di lotta contro i parassiti vegetali; meccanismi morfologici e biochimici di resistenza alle malattie delle piante” (incarico ricevuto con note direttorali n. 4 del 26/1/1984 e n. 17 del 30/1/1984).
  • E’ responsabile dell’Unità Operativa che s’interessa dell’androgenesi in vitro del peperone nell’ambito del Progetto finalizzato “Tecnologe avanzate in agricoltura” del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste.
  • Partecipa con due comunicazioni al Convegno internazionale sulla “Situazione attuale del miglioramento genetico del peperone, con particolare riguardo alla situazione italiana”, Asti, 28-29 settembre 1984.
•    1985
  • E’ responsabile delle Unità operative nel Programma straordinario di ricerche sull’orticoltura (DM 27/12/1984), nominato con nota direttorale n. 578 del 26/3/1985.
  • Con un lavoro sperimentale partecipa al Convegno nazionale su “Problemi e prospettive della melanzana” realizzato nell’ambito del Progetto finalizzato “Orticoltura”, Pontecagnano, 12 settembre 1985.
  • S’interessa ai pressanti problemi fitopatologici che interessano l’ambiente in cui svolge la propria attività di ricerca e di sperimentazione, con particolare riferimento al pomodoro.
  • Collabora al coordinamento del XXIX Convegno annuale della Società Italiana di Genetica Agraria che si tiene presso l’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, Pontecagnano, 9-12 ottobre 1985.
•    1986
  • Partecipa a “The nineteenth session of the technical working party for vegetables”, nell’ambito dell’International Union for the Protection of new varieties of plants, Pontecagnano, 27-29 maggio 1986.
  • Presenta due lavori scientifici sulla resistenza come metodo di lotta efficace contro la verticilliosi del peperone e sull’importanza del seme nella trasmissione e diffusione delle malattie fungine del fagiolo al Convegno sulle “Sementi ortive per la grande coltura”, Forlì, 14 giugno 1986.
  • Dall’8 al 10 ottobre a Padova, partecipa al XXX Convegno annuale della Società Italiana di Genetica Agraria dove presenta una comunicazione, in collaborazione, sulle colture in vitro realizzato nell’ambito del progetto finalizzato “Tecnologie avanzate in agricoltura” del Ministero.
  • E’ ricevuto, dal 20 al 24 ottobre 1986, nei diversi Laboratori di ricerca della Station d’Amelioration des Plantes Maraicheres di Montfavet, dell’Institut National de la Recherche Agronomique (INRA), in Francia, dove ha modo di confrontare le diverse tecniche di coltura in vitro messe a punto ed applicate presso il Laboratorio dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, di cui è responsabile. Con i ricercatori francesi ha la possibilità di scambiare idee e materiali di grande interesse scientifico.
•    1987
  • Nell’ambito del Progetto “Tecnologie avanzate in agricoltura” del Ministero, partecipa al seminario di studi su “Geni delle piante e loro isolamento”, Bergamo, 7-8 gennaio 1987.
  • Collabora con il Direttore Prof. Porcelli all’allestimento ed organizzazione della monografia “Problemi e prospettive della melanzana” pubblicata sulla rivista Agricoltura e Ricerca.
  • Pubblica numerosi lavori, partecipa a diversi Convegni (Fertilità del suolo e nutrizione delle piante, Sorrento, 6-7 maggio 1987; Giornata sulla coltura del carciofo “precoce di Jesi”, Jesi, 10 maggio 1987; ecc.).
  • Collabora con il prof. Hagen della Division of Biological Control della University of California, Riverside, USA, in programmi di lotta biologica contro gli afidi dell’asparago.
  • Partecipa, con il Direttore, alle riunioni del Comitato Consultivo per la Sperimentazione, Informazione e Consulenza in agricoltura della Regione Campania.
•    1988
  • Con decorrenza 1 giugno 1988, a seguito di pubblico concorso, è nominato ricercatore alla seconda fascia differenziata di professionalità (primo ricercatore, livello secondo), secondo il D.M. 13/02/1995.
  • Presenta una comunicazione al Convegno su “Parassiti animali e vegetali delle colture ortensi in pieno campo e relativi mezzi di lotta”, Siracusa, 22-24 febbraio 1988.
  • Continua la collaborazione con gli studiosi della Division of Biological Control della California University, Riverside, USA, per i problemi causati da Brachycorynella asparagi Mord. e per la ricerca dei suoi Imenotteri iperparassiti.
  • Partecipa al Convegno su “Problemi d’inquinamento ambientale in agricoltura”, tenutosi presso l’Università di Salerno.
  • Partecipa al concorso ad un posto di Direttore per la direzione della Sezione operativa centrale di Malattie crittogamiche dell’Istituto Sperimentale per la Patologia vegetale di Roma, in esito al quale consegue l’idoneità con punti 23,45, classificandosi al secondo posto.
  • Viene invitato a partecipare ai lavori della Commissione tecnica scientifica per l’esame delle problematiche patologiche del pomodoro. Partecipa alle riunioni della Commissione ed ai sopralluoghi per l’accertamento della gravità degli attacchi virali dovuti al Cucumber Mosaic Virus (CMV).
  • Partecipa, con un lavoro sperimentale sulla fisiologia delle piante da orto, al XXXII Convegno annuale della Società Italiana di Genetica Agraria, Capri, 26-28 ottobre 1988.
•    1989
  • Partecipa al Convegno su “Resistenza di crittogame e di fitofagi agli antiparassitari”, Bologna, 2 febbraio 1989.
  • Con delibera n. 11 del Consiglio di Amministrazione del 14/2/1989, viene incaricato della direzione della Sezione operativa centrale di Biologia, Fisiologia e Difesa dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano.
  • Partecipa ad un incontro-dibattito sulle problematiche del pomodoro presso la Camera di Commercio di Salerno, ricevendo un encomio per il “pregevole intervento” da parte dell’Ispettorato Provinciale dell’Agricoltura di Salerno.
  • Segue ed addestra un gruppo di studenti del CIFDA Metapontum, delle Regioni Basilicata, Calabria e Puglia, in uno stage di studio ed approfondimento presso l’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura.
  • Riceve i compiacimenti ed apprezzamenti del prof. Massantini dell’Istituto di Agronomia generale e coltivazioni erbacee dell’Università di Pisa per una propria pubblicazione sulla rivista “Agricoltura”.
  • Partecipa, con un lavoro sperimentale al XXXIII Convegno annuale della Società Italiana di Genetica Agraria, Alghero, 23-26 ottobre 1989.
•    1990
  • Partecipa all’incontro tenuto presso l’Ente Nazionale Sementi Elette su “Patata: produzione e certificazione di tuberi-seme in Italia centro-meridionale”.
  • Pubblica sulla rivista “Colture Protette” un lavoro scientifico sullo studio del ciclo biochimico preposto alla biosintesi dell’etilene nel processo di maturazione.
  • Viene nominato componente del Comitato Tecnico-Scientifico per l’attuazione del Piano Regionale di Lotta Fitopatologica Integrata, con decreto regionale n. 8476 del 3 maggio 1990.
  • Presso il Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste, sostiene l’esame nel concorso per il conseguimento della qualifica di Primo Ricercatore nel ruolo degli Istituti di Ricerca e Sperimentazione Agraria, che supera brillantemente.
  • Dalla British Society for Horticultural Research riceve l’invito a collaborare con l’International Society for Horticultural Science (ISHS) working group on “Pests of vegetablee in temperate climates”. La collaborazione ha regolarmente luogo in programmi sul “Controllo biologico” relativo alle colture da orto.
  • Tiene alcuni seminari sui “Moderni criteri di difesa delle piante da orto nei confronti di parassiti animali e vegetali”, rivolti a giovani tecnici e laureati in agraria.
  • Riceve apprezzamenti dal Presidente Generale della “International Society for Horticultural Science”e della “Società Orticola Italiana” per la collaborazione nell’organizzazione di un tour professionale sulla “Orticoltura nell’Italia meridionale”, nell’ambito del XXIII International Horticultural Congress tenutosi dal 27 all’1 settembre 1990, a Firenze.
  • Partecipa ai lavori del Convegno su “Modelli euristici ed operativi per la difesa integrata in agricoltura”, organizzato dalla Società Italiana di Fitoiatria, 2729 settembre 1990.
  • Partecipa ai lavori del XXXIV Convegno nazionale della Società Italiana di Genetica Agraria, Marina di Ugento, 8-11 ottobre 1990. Partecipa ai lavori del Convegno nazionale su “Nuove tecniche colturali in orticoltura e moderni criteri di lotta guidata” organizzato dall’istituto Sperimentale per l’Orticoltura, Monsampolo del Tronto, 25 ottobre 1990.
  • Pubblica un lavoro sperimentale sull’impiego dei feromoni e delle trappole cromotropiche per il controllo di alcuni fitofagi delle serre.
  • Partecipa ai lavori della Tavola rotonda sul tema “Ricerca scientifica e virosi del pomodoro: azioni intraprese e linee future”, Eboli, 10 dicembre 1990.
•    1991
  • Con il Dipartimento di Biologia vegetale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II collabora allo svolgimento di un lavoro sperimentale sulla “Virosi del pomodoro indotta da cucumber mosaic virus (CMV).
  • Presso la Facoltà di Scienze, Corso di laurea in Scienze Biologiche, dell’Università degli studi di Napoli Federico II, partecipa alla seduta di laurea del 15 marzo 1991, in qualità di correlatore, alla discussione della Tesi di Laurea sperimentale sulla “Virosi del pomodoro causata da cucumber mosaic virus (CMV)”.
  • Collabora con il Dipartimento di Entomologia e Zoologia Agraria e con il Dipartimento di Genetica, Biologia generale e molecolare dell’Università degli studi di Napoli Federico II.
  • Continua studi e ricerche sulla “Difesa biologica ed integrata delle piante da orto”, in collaborazione con il Dipartimento di Entomologia e Zoologia Agraria dell’Università degli studi di Napoli Federico II.
  • Tiene un Seminario su “Phytopathological control in relation to biology and physiology of vegetable crop plants” a ricercatori e studiosi della Shams University of Cairo (Egitto), Pontecagnano, 27 aprile 1991.
  • Pubblica, sulla rivista l’Informatore fitopatologico, un lavoro di ricerca sull’impiego della lotta biologica e trappole di massa nella protezione di alcune colture ortive.
  • Partecipa, conseguendo l’idoneità, al concorso per la direzione dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano (Salerno)
•    1992
  • Pubblica un lavoro sperimentale sul fagiolino.
  • Prende parte, presentando un lavoro sperimentale, alle Giornate Scientifiche della Società Italiana di Orticoltura, Ravello (Salerno), 8-10 aprile 1992.
  • Partecipa, con la presentazione di un lavoro di ricerca, a “The first International Crop Science Congress”, Iowa State University, Ames, Iowa. U.S.A., 14-22 July 1992.
  • Prende parte ai lavori - con la presentazione di un lavoro riguardante la possibilità di reperire fonti di resistenza alla suberosi radicale del pomodoro (Pyrenochaeta lycopersici Schneider et Gerlach), pubblicato negli Atti - del XXXVI Convegno Annuale della Società Italiana di Genetica Agraria (S.I.G.A.), Metaponto, 5-8 ottobre 1992.
  • Partecipa al concorso per la direzione della Sezione Operativa Centrale di Biologia, Fisiologia e Difesa dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano. In esito a tale concorso è dichiarato vincitore, classificandosi al primo posto.
•    1993
  • Con decorrenza 26 gennaio 1993 è nominato direttore della Sezione Operativa Centrale di Biologia, Fisiologia e Difesa dell’istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano.
  • Partecipa alle varie riunioni del Comitato Interprofessionale sul Coordinamento degli Inter- venti sul Pomodoro, presso la Regione Campania in Napoli il 20 gennaio, il 24 maggio 1993.
  • Partecipa al Convegno sui “Risultati del primo anno del Progetto stress biotici ed abiotici” organizzato dal Ministero delle Risorse Agricole, Alimentari e Forestali, Ischia, 23 marzo 1993.
  • Partecipa, con la presentazione di un lavoro scientifico, al Convegno Internazionale Italo-Francese su “Malattie nuove o di recente introduzione in Francia, Italia e Bacino del Mediterraneo”, Alghero, 14-17 aprile 1993.
  • Una comunicazione scientifica (con pubblicazione negli Atti) è accettata da parte del 45th International Symposium on Crop Protection - Faculteit Landbouwkundige en Toegepaste Biologische Wetenschappen, Gent (Belgium), 4 maggio 1993.
  • Tiene un seminario su “Moderni metodi di lotta contro i parassiti animali e metodi di lotta alle crittogame”, nell’ambito di uno stage di approfondimento tematico del 6° corso D.A.P., organizzato presso l’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura di Pontecagnano, 12 maggio 1993
  • Partecipa al Convegno su “La situazione della produzione sementiera in Italia centro-meridionale” presso l’Ente Nazionale Sementi Elette, Battipaglia, 12 giugno 1993.
  • Partecipa all’International Working Group Seed Research, Vth Symposium on “Agrotechnics and Storage of Vegetable and Ornamental Seeds”, Bari, 13-16 giugno 1993. Il lavoro presentato è pubblicato negli atti del Congresso.
  • Partecipa alla riunione del Comitato Tecnico e Scientifico per la Lotta Fitopatologica Integrata della Regione Campania (di cui è membro), che si tiene a Napoli il 17 giugno 1993.
  • Partecipa alla “II Mostra Pomologica del Pomodoro e degli altri ortaggi”, Monsampolo del Tronto, 28-29 luglio 1993.
  • Partecipa, con la presentazione di un contributo scientifico, al Convegno Nazionale su “Protezione delle colture: osservazioni, previsioni e decisioni”, Montesilvano (Pescara), 6-8 ottobre 1993.
  • Partecipa, con la presentazione di un contributo scientifico, al XXXVII Convegno Annuale della Società Italiana di Genetica Agraria, Orvieto, 11-14 ottobre 1993.
  • Tiene un seminario al IX Corso di Formazione per Divulgatori Agricoli Polivalenti sulla “Difesa biologica ed integrata delle colture orticole in piena area ed in coltura protetta” e su “L’impiego di un software per la diagnosi delle malattie, con indicazioni di prevenzione e terapia”, Borgo Cioffi di Eboli (Salerno), 5 novembre 1993.
  • E’ accettato e pubblicato un lavoro scientifico negli atti del “2nd Worldwide Congress on the Processing Tomato. 5th ISHS International Symposium on the Processing Tomato”, Sorrento, 23-27 November 1993.
•    1994
  • Partecipa al Convegno Annuale del Programma Nazionale di Ricerca del Ministero delle Risorse Agricole Alimentari e Forestali su “Resistenze genetiche delle piante agrarie agli stress biotici ed abiotici”, Ischia (Napoli), 13 aprile 1994.
  • Partecipa al Convegno su “La solarizzazione del terreno come integrazione della geosterilizzazione chimica”, Aula Magna dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, Pontecagnano (Salerno), 14 aprile 1994.
  • Presenta di un lavoro scientifico, pubblicato negli Atti, al 46th International Symposium on Crop Protection, Faculteit Landbouwkundige en Toegepaste Biologische Wetenschappen, Universiteit Gent (Belgium), 3 May 1994.
  • Tiene delle lezioni sul tema “La difesa delle colture orticole dai fitofagi, dalle crittogame e dalle malerbe”, svolte nell’ambito della programmazione didattica della Seconda Fase del Corso di Formazione per 24 Divulgatori Agricoli Specializzati in Agrometereologia del CIFDA-ACM, Borgo Cioffi, Eboli (Salerno), 4-6 maggio 1994.
  • Partecipa, con un contributo scientifico, alle Giornate Fitopatologiche di Montesilvano (Pescara), 9-12 maggio 1994
  • Presenta un lavoro scientifico a ISTA/ISHS Symposium on Technological advances in variety and seed research. DLO-Centre for Plant Breeding and Reproduction Research (CPRO-DLO), Wageningen, The Netherlands, 31 May-3 June 1994.
  • Partecipa alle II Giornate Scientifiche della Società Orticola Italiana (S.O.I.), San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 22-24 giugno 1994. Presenta tre lavori di ricerca.
  • Accettazione e pubblicazione di due lavori scientifici da parte del XXIVth International Horticultural Congress, 21-27 August 1994, Kyoto, Japan.
  • Partecipa ai lavori, con un lavoro sperimentale, del XXXVIII Convegno annuale della Società Italiana di Genetica Agraria (S.I.G.A.), Gruppo 5, Fitopatie e resistenze genetiche, Udine, 3-6 ottobre 1994.
  • Partecipa, presentando un contributo scientifico, all’Incontro scientifico dell’Associazione Italiana per la Protezione delle Piante (A.I.P.P.) su “La protezione fitosanitaria delle colture orticole da surgelazione”, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 13-14 ottobre 1994.
  • Partecipa alle riunioni del Comitato regionale per il coordinamento del programma di difesa del pomodoro dalle fitopatie, Napoli, 17 febbraio 1994 e 15 dicembre 1994.
  • Partecipa alla riunione del Comitato Tecnico e Scientifico per il Piano Regionale di Lotta Fitopatologica Integrata in Campania, Napoli, 4 novembre 1994.
•    1995
  • Partecipa all’incontro tecnico su Nematodi della patata, delle piante ortive e della vite, Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura San Benedetto, Latina, 27 gennaio 1995.
  • Tiene un seminario sulla “Difesa biologica ed integrata delle piante da orto, con riferimento alle resistenze genetiche” presso l’Aula Magna dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, Pontecagnano (Salerno), 23 marzo 1995.
  • Invia, con accettazione e pubblicazione, un lavoro scientifico al 1st International Symposium on Solanacea for Fresh Market, Malaga, Spain, 28-31 March 1995.
  • Invia, con accettazione e pubblicazione, un lavoro di ricerca al 47th International Symposium on Crop Protection, Faculteit Landbouwkundige en Toegepaste Biologische Wetenschappen Universiteit ,Gent (Belgium), 9 May 1995.
  • Partecipa al Convegno “Solarizzazione: esperienze a confronto”, Terracina (Latina), 17 giugno 1995
  • Partecipa al XXXIX Convegno Annuale della Società Italiana di Genetica Agraria (S.I.G.A.), Vasto Marina, Istituto San Francesco d’Assisi, 27-30 settembre 1995.
  • Partecipa al V Congresso della Società Italiana di Nematologia (S.I.N.), Martina Franca, 19-21 ottobre 1995.
  • Partecipa alle riunioni del Comitato regionale per il coordinamento tecnico degli interventi per la prevenzione e lo studio della fitopatia del pomodoro del programma di difesa del pomodoro, Napoli, 9 gennaio 1995, 10 marzo 1995, 7 novembre 1995.
  • Partecipa alla riunione del Comitato tecnico-scientifico per il Piano Regionale di Lotta Fitopatologica Integrata in Campania, Napoli, 24 ottobre 1995.
•    1996
  • Tiene una lezione sulla “Difesa biologica ed integrata delle piante da orto e divulgazione dei risultati sperimentali applicativi”, rivolta a giovani del corso ENAIP della Regione Basilicata, presso la Sede dell’Istituto il 21 febbraio 1996.
  • Partecipa alle III Giornate Scientifiche della Società Orticola Italiana (S.O.I.), Erice, 10-14 marzo 1996.
  • Partecipa alle Giornate Fitopatologiche, Centro Congressi di S. Cristiana di Numana (Ancona), 22-24 aprile 1996.
  • Invia, con accettazione e pubblicazione, un lavoro di ricerca, al 48th International Symposium on Crop Protection Faculteit Landbouwkundige en Toegepast Biologische Wetenschappen Universiteit , Gent (Belgium), 7 maggio 1996.
  • Partecipa con un lavoro scientifico al XX International Congress of Entomology, Firenze, Italy, August 25-31, 1996.
  • Partecipa alla riunione del Comitato di Coordinamento (di cui fa parte) degli interventi per la prevenzione e lo studio della fitopatia del pomodoro, dell’Assessorato Agricoltura della Regione Campania, Napoli, 3 settembre 1996.
•    1997
  • Partecipa al corso di aggiornamento in “Informatica” organizzato dal Provveditorato agli Studi di Salerno, per un totale di 16 ore pomeridiane.
  • Partecipa, in qualità di responsabile dell’Unità Operativa di Biologia, Fisiologia e Difesa, alla riunione dei partecipanti al Progetto finalizzato “Orticoltura”, Monsampolo del Tronto (AP), 3-4 aprile 1977.
  • Invia un lavoro sperimentale, pubblicato negli Atti, al 49th International Symposium on Crop Protection, Faculteit Landbouwkundige en Toegepaste Biologische Wetenschappen Universiteit Gent (Belgium), 6 maggio 1997.
  • Partecipa all’incontro informativo sullo stato della classificazione di alcuni prodotti antiparassitari, Bologna, 30 maggio 1997.
  • Partecipa al seminario FKV sul tema “Tecnologia a microonde”, Napoli, 18 settembre 1997.
  • Partecipa, con un lavoro sulle resistenze genetiche a nematodi, al XLI Convegno Annuale della Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA), Centro Ricerche e Sperimentazione per il Miglioramento Vegetale “N. Strampelli”, Abbadia di Fiastra, Tolentino (Macerata), 24-27 settembre 1997.
  • Partecipa al Convegno nazionale su “Virosi delle colture orticole, aspetti epidemiologici, normative e qualità del prodotto”, Valenzano (Bari), 15 ottobre 1997.
  • Partecipa all’8th International Symposium on “Timing of field production in vegetable crops”, Bari, 16 ottobre 1997.
  • Tiene un Seminario sull’agricoltura eco-compatibile, con particolare riferimento alla “Difesa guidata in orticoltura” presso il Copagri (Confederazione Produttori Agricoli) di Cermignano (TE), 29 dicembre 1997.
•    1998
  • Partecipa, con un lavoro sperimentale, alle IV Giornate Scientifiche della Società Orticola Italiana (S.O.I.), Sanremo (Imperia), 1-3 aprile 1998.
  • Partecipa ad un corso sull’impiego di alcuni software nell’indagine sperimentale, Napoli, 20 marzo 1998.
  • Partecipa, con un lavoro sperimentale, al XVIII Congresso Nazionale Italiano di Entomologia, Maratea, 21-26 giugno 1998.
  • Riceve le congratulazioni (nota del 4/6/1998) dal Dott. Agostini Giambelli, direttore dell’ISAGRO, per il lavoro presentato al 49th International Symposium on “Crop Protection”, tenutosi a Gent (Belgio).
  • E’ responsabile dell’Unità Operativa di Pontecagnano (Consiglio di Amministrazione n. 191 del 9/10/1998) nell’ambito del Progetto “Sviluppo semi-industriale di matrici organiche da sansa di oliva pre-condizionata con microrganismi antagonisti patogeni radicali di piante orticole”. In particolare, studia l’effetto di alcuni microrganismi antagonisti sul controllo del fungo patogeno di specie orticole Pyrenochaeta lycopersici Schneider et Gerlach.
•    1999
  • Realizza il Progetto che ha per oggetto il controllo di Pyrenochaeta lycopersici Schneider et Gerlach, mettendo in atto prove sperimentali di ricerca in laboratorio, in condizioni controllate, e prove di pieno campo.
  • Presso il CIFDA Metapontum tiene nei giorni 20-21 gennaio 1999 una serie di lezioni, indirizzate a laureati in agraria che hanno funzioni di Divulgatori Agricoli Polivalenti e Specializzati e partecipanti (Regolamento CEE 270 della Regioni Basilicata, Calabria e Puglia) al Corso di aggiornamento n. 4.6 su “Aspetti innovativi sulla difesa integrata delle ortive”.
  • Tiene un seminario presso l’aula magna dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura sulla “Lotta biologica contro i parassiti animali”, Pontecagnano, 25 febbraio 1999.
  • Partecipa, con un lavoro sperimentale in collaborazione, al XLIII Convegno Annuale della Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA), Centro Congressi, Molveno, Trento, 22-25 settembre 1999.
•    2000
  • Fa parte del Direttorio dell’Working Group “Water Supply and Irrigation” of the Internatio- nal Society for Horticultural Science, Section Vegetables. In quest’ambito s’interessa d’irrigazione delle colture ortive e problemi fitopatogici legati allo stress delle piante.
  • Presenta 2 lavori sperimentali, alle V Giornate Scientifiche della Società Orticola Italiana (SOI). Workshop su “Risultati del primo anno di attività del Piano Nazionale di Ricerca per l’Orticoltura del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali”, Sirmione, 29 marzo 2000.
  • E’ autore di una Monografia di 500 pagine su “Il terreno. Aspetti fisici, chimici, biologici e fisiologici” pubblicato dalla Sezione di Biologia, Fisiologia e Difesa dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura.
•    2001
  • Partecipa al Seminario organizzato dalla Regione Campania nell’ambito dell’Azione 3, pro- getto POM B-10, Napoli, Centro direzionale, 16 luglio 2001.
  • Collabora attivamente nell’ambito della difesa delle colture ortive con il Dipartimento di Entomologia e Zoologia agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.
  • Partecipa al Convegno nazionale su “Sviluppo semi-industriale di matrici organiche da sanse di oliva pre-condizionate con microrganismi antagonisti di patogeni radicali di piante ortive”, Aula magna della Facoltà di Agraria di Bari, 20 novembre 2001. Nell’ambito di tale Convegno presenta l’attività svolta ed i risultati del progetto, per la parte di competenza della Sezione di Biologia, Fisiologia e Difesa di cui è responsabile.
•    2002
  • Fa parte dell’Organo dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura designato a verificare la re- golarità dell’attività prestata da ricercatori e tecnologi.
  • Partecipa, con la presentazione di una comunicazione, nell’ambito della XX Giornata dell’Ambiente, al Convegno su “Accettabilità delle acque per usi civili ed agricoli”, Accademia Nazionale dei Lincei, Roma, Palazzina dell’Auditorio, via della Lungara 230, 5 giugno 2002.
  • Partecipa alle Giornate Scientifiche del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la Vita, che si tengono presso la Facoltà di Agraria, Portici, 6-7 giugno 2002.
  • Tiene delle lezioni presso il Ce.S.A. di Nocera Inferiore della Regione Campania, nell’ambito di un corso di formazione professionale sulle “Innovazioni Tecnologiche nelle Colture Protette”, sulla disinfezione del terreno, disinfezione del terreno e solarizzazione il 10 giugno 2002.
  • Presso lo Stapa Cepica di Salerno, Sezione decentrata di Contursi, Sede di Valva, nell’ambito del POR Campania 2000/2006 Misura 4.16 “Formazione imprenditori agricoli e forestali”, il 24 giugno 2002, tiene una lezione su “La difesa biologica ed integrata delle piante da orto”.
•    2003
  • Pubblica un lavoro sulla microbiologia delle acque.
  • Pubblica un lavoro scientifico sulla Rivista internazionale “Journal of Plant Pathology” riguardante la la difesa del pomodoro con metodi genetici, contro un patogeno di origine tellurica.
  • Pubblica un lavoro sperimentale, in collaborazione, su L’informatore agrario, riguardante l’impiego di prodotti nematocidi applicati secondo strategie di difesa integrata.
  • Partecipa con un lavoro scientifico, che viene accettato, al 55th International Symposium on Crop Protection, Faculty of Agricultural and Applied Biological Sciences, Ghent University, Belgium, May 6th 2003. Il lavoro completo viene pubblicato sul numero speciale della rivista internazionale "Communications in Applied Biological Sciences".
  • Tiene delle lezioni presso il Ce.S.A. di Nocera Inferiore della Regione Campania, nell’ambito di un corso di formazione professionale sulle “Innovazioni Tecnologiche nelle Colture Protette” sul terreno agrario, pedofauna e pedoflora e sulla solarizzazione del suolo il 20 febbraio 2003 ed il 27 marzo 2003.
  • Partecipa alle Giornate Scientifiche del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la Vita, Napoli, 5-6 giugno 2003.
  • Sostitutisce il Direttore nel periodo di assenza.
•    2004
  • Sostituisce il Direttore nel periodo di assenza.
  • Partecipa al Comitato scientifico dell’Istituto per la programmazione della ricerca e della sperimentazione per il 2004.
  • Su invito dalla Regione Campania, Cepica di Salerno, tiene una lezione al Corso di formazione professionale sul tema “Aspetti del vivaismo e colture alternative”, presso il comune di Aquara (Salerno).
•    2005
  • Partecipa con un lavoro scientifico al 57th International Symposium on Crop Protection, Faculty of Agricultural and Applied Biological Sciences, Ghent University, Belgium, May 10th 2005. Il lavoro dal titolo “Biological control of Botrytis gray mould and Sclerotinia drop in lettuce” è stato pubblicato sul numero speciale della rivista internazionale Communications in Applied Biological Sciences.
  • Continua attivamente e ferventemente la collaborazione con altre strutture di ricerca, in particolare con l’Università degli Studi di Napoli Federico II.
•    2006
  • Partecipa alle Giornate Fitopatologiche, che si tengono a Riccione (Rimini) il 27-29 marzo 2006, con la presentazione di un lavoro scientifico sull'impiego di microrganismi utili al terreno per il contenimento di alcune malattie dell'apparato radicale delle piante da orto ed allo scopo di salvaguardare la biodiversità della pedoflora.
  • Partecipa con un lavoro scientifico al 58th International Symposium on Crop Protection, Faculty of Agricultural and Applied Biological Sciences, Ghent University, Belgium, May 23rd 2006. Il lavoro dal titolo “Biological control of Botrytis gray mould in tomato” è stato pubblicato sul numero speciale della rivista internazionale Communications in Applied Biological Sciences.
  • Partecipa al 12° Congresso Nazionale delle malattie digestive che si tiene a Napoli il 23 aprile 2006.
  • Partecipa al Seminario su “Tecniche agronomiche ecosostenibili per produzioni orticole di qualità” che si tiene presso la Regione Campania – Assessorato Agricoltura, Napoli, 19 maggio 2006.
  • Continua la collaborazione con altre strutture di ricerca nazionali ed internazionali, in particolare con alcuni Dipartimenti dell’Università degli Studi Federiciana di Napoli.
•    2007
  • Partecipa alle Giornate Gastroenterologiche del Sangro che si tengono a Castel di Sangro il 4-8 marzo 2007.
  • Continua la collaborazione con strutture di ricerca nazionali ed internazionali e con l’Università degli Studi di Napoli.
•    2008
  • Partecipa al Simposio Internazionale di Fitoiatria presso lUniversità di Ghent (Belgio).
  • Prosegue la collaborazione con strutture di ricerca nazionali ed internazionali e con l’Università degli Studi di Napoli. Prosegue l'addestramento di giovani laureati e di dottorandi di ricerca che intendono dedicarsi all'attività sperimentale in ambito scientifico. Collabora alla valutazione di giovani che proseguono l'attività di studio universitario
  • Partecipa alle Giornate Fitopatologiche 2008 organizzate dall'Università di Bologna.
  • Pubblica due lavori scientifici, uno su una rivista internazionale e l'altro negli atti di n congresso nazionale.
  • Presenta presso il Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione un progetto di ricerca sull'impiego di microrganismi per il contenimento dei patogeni di origine tellurica, per il riequilibrio della flora microscopica del suolo e per la salvaguardia della biodiversità nei terreni sottoposti a coltivazioni intensive.
•    2009
  • Collabora con strutture di ricerca nazionali ed internazionali e con l’Università degli Studi di Napoli. Prosegue l'addestramento di giovani laureati e di dottorandi di ricerca che intendono dedicarsi all'attività sperimentale in ambito scientifico. Collabora alla valutazione di giovani che proseguono l'attività di studio universitario
  • Presenta presso il Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione un progetto di ricerca dove risulta preminente la collaborazione con il sistema imprenditoriale dell'agroindustria. Partecipa ad una riunione organizzata dalla direzione scientifica del C.R.A. per la discussione dello stesso progetto
  • Collabora all'attività del progetto MONITOR della Banca Dati del C.R.A.
•    2010-2011
  • Continua la collaborazione con strutture di ricerca nazionali ed internazionali e con l’Università degli Studi di Napoli. Prosegue l'addestramento di giovani laureati e di dottorandi di ricerca che intendono dedicarsi all'attività sperimentale in ambito scientifico. Collabora alla valutazione di giovani che proseguono l'attività di studio universitario
  • Presso il Centro di Ricerche di Pontecagnano, quali vincitori di concorso, sono assegnati quattro giovani ricercatori. Quale Dirigente di Ricerca il Prof. Fiume si proccupa di fornire loro un'adeguata sistemazione logistica e tecnica, trasferendo loro e mettendo gradualmente a disposizione i laboratori, l'azienda sperimentale ed il personale tecnico per le diverse forme di collaborazione, assegnando ed affidando gli ambienti di studio e tutte le attrezzature di competenza, organizzando in loro favore numerossisimi seminari scientifici e tecnici, fornendo tutti i supporti onde consentire un avvio ottimale delle loro attività lavorative, specifiche per ogni settore di competenza loro assegnato.
  • Con decorrenza 01/01/2012 il Prof. Fiume è collocato a riposo per raggiunti limiti d'età.
Attività di redazione
•    dal 1972 al 1982 Fa parte:
•  del Comitato di Redazione degli Annali dell'Istituto Sperimentale per l'Olivicoltura;
•  del Comitato di Redazione degli Annali dell'Istituto Sperimentale per l'Orticoltura;
•  del Comitato di Redazione degli Atti del I° Convegno Nazionale su “Problemi e prospettive del pomodoro da mensa” tenuto a Monsampolo del Tronto il 7-8 novembre 1978;
•  della redazione ed è collaboratore dell’Enciclopedia Agraria Italiana, volume IX, edita dal Ramo Editoriale degli Agricoltori.
•  Nome e indirizzo del datore di lavoro Ministero delle Politiche Agricole e Forestali - C.R.A , Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura, via Nazionale 82, 00182 Roma, Italia
•  Azienda e settore Istituto Sperimentale per l'Orticoltura, via Cavalleggeri, 25, 84098 Pontecagnano, Salerno, Italia;
Ricerca e Sperimentazione agraria.
•  Principali mansioni e responsabilità •  Dirigente di ricerca e Sperimentatore a t.p.
•  Docente e Professore ordinario a t.p.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

•    dall'a.a. 1965-66 all'a.a. 1968-69 Dopo aver seguito il piano di studi tradizionale, in data 8 novembre 1969 consegue la laurea in Scienze agrarie presso l’Università degli Studi di Napoli nella sessione autunnale del quarto anno accademico, con voti 110 su 110 e la lode.
Supera, presso l’Ateneo di Napoli, nella seconda sessione di dicembre 1969, l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di Agronomo.
•    dall'a.a. 1969-70 all'a.a. 1970-71 Dopo aver seguito per due anni la Scuola Biennale di Specializzazione in Alimentazione, presso l’Università degli Studi di Napoli, consegue il diploma di specialista con voti 50 su 50 e la lode.
•    1970 A seguito di concorso, al quale si classifica al primo posto, è vincitore di una borsa di studio biennale di addestramento didattico-scientifico presso l’Università degli Studi di Napoli.
•    1971 Consegue l’abilitazione all’insegnamento di Agricoltura, Agronomia, Frutticoltura, Olivicoltura, Orticoltura negli Istituti Tecnici Superiori, superando il concorso nazionale indetto con Ordinanza Ministeriale 20/12/1969.
E’ vincitore del concorso ad Ispettore nel ruolo tecnico superiore dell’agricoltura, carriera direttiva presso il Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste, classificandosi al secondo posto.
E’ vincitore del concorso a 7 posti di Sperimentatore nel ruolo degli Istituti di ricerca e sperimentazione agraria del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste, classificandosi al secondo posto.
•    Nome e tipo di Istituto di istruzione
    o formazione
Facoltà di agraria dell'Università degli Studi di Napoli.
Facoltà di medicina veterinaria dell'Università degli Studi di Napoli.
Centro Scambi Culturali e di Divulgazione in Orticoltura di Monsampolo del Tronto (Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste).
•    Principali materie / abilità professionali
   oggetto dello studio
Patologia vegetale; Entomologia agraria; Nematologia ed acarologia; Difesa delle piante coltivate; Biologia e Fisiologia vegetale.
Capacità di diagnosi, profilassi e terapia delle affezioni biotiche ed abiotiche (malattie, parassitosi. fisiopatiche delle piante coltivate) in rapporto alle conoscenze biologiche e fisiologiche; studi sui media audiovisivi e sulle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
•    Qualifica conseguita Direttore della Sezione Operativa Centrale di Biologia, Fisiologia e Difesa dell'Istituto Sperimentale per l'Orticoltura (C.R.A. - Roma).
•    Livello nella classificazione nazionale Professori universitari ordinari di I fascia a tempo pieno.
•    Madrelingua ITALIANA.
•    Altra lingua INGLESE:
•    Capacità di lettura Livello: ottimo.
•    Capacità di scrittura Livello: ottimo.
•    Capacità di espressione orale Livello: buono
•    Seconda lingua straniera FRANCESE:
•    Capacità di lettura Livello: ottimo.
•    Capacità di scrittura Livello: ottimo.
•    Capacità di espressione orale Livello: buono

CAPACITA' E COMPETENZE RELAZIONALI

Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale,
occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni
in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc.

•        Fa parte di Comitati scientifici, collabora nella redazione di alcuni annali scientifici, è socio di alcune società scientifiche, ha partecipato a numerosi Convegni nazionali ed internazionali dove ha presentato le relative comunicazioni, ha partecipato a sedute di laurea di alcuni tesisti, ha pubblicato numerosi lavori scientifici ed è autore i un libro sul terreno agrario.

CAPACITA' E COMPETENZE TECNICHE

•    Uso del computer e conoscenza dei programmi informatici - Ottima capacità nell'uso dei PC e dei notebook
- Ottima conoscenza dei seguenti programmi software:
  • Programmazione in HTML e XHTML
  • Gestione di alcune utility con JavaScript
  • Sistemi operativi Windows 95, 98, 2000
  • Office 97, 2000, 2003
  • Acrobat 6
  • Mstat
  • Access
  • Front Pages
  • Autocad 14, 2000 ,2000i
  • Corel Draw 7.0, 8.0, 9.0
  • Adobe PhotoShop
  • Paint Shop Pro
  • Publisher
  • Visual Basic
  • Tool Book II
  • Progettazione html
  • Trasformazione nei formati


Top

Ritorna alla Home page
 
Questa pagina è stata visitata volte

© Fiume Francesco 2005